Categoria: Deontologia

Obblighi domiciliatario

Nel caso in cui l’avvocato assuma le vesti di semplice domiciliatario, il suo esclusivo dovere si limita a comunicare al dominus della causa/procedimento tutte le notizie che a lui dovessero pervenire dalla cancelleria o da controparte, non rilevandosi alcuna fonte…

Impugnazione provvedimento COA

E’ inammissibile il ricorso presentato direttamente al Consiglio Nazionale Forense e non, come previsto dall’art. 59 R.D. 37/1934, presso la segreteria del Consiglio territoriale che ha emesso il provvedimento impugnato. In ogni caso, il CNF è carente di giurisdizione in ordine…

Illecito deontologico continuato

Il dies a quo per la prescrizione dell’azione disciplinare va individuato nel momento della commissione del fatto solo se questo integra una violazione deontologica di carattere istantaneo che si consuma o si esaurisce al momento stesso in cui viene realizzata;…

Patrocinio dinanzi al CNF

Inammissibile l’impugnazione al CNF proposta a mezzo difensore non cassazionista o privo (ab origine) di procura speciale.  Nel giudizio dinanzi al CNF, l’incolpato può difendersi personalmente, purché iscritto nell’albo professionale ed in possesso dello ius postulandi, ovvero farsi assistere da…

Cancellazione indebita iscrizione

Cancellazione della indebita iscrizione all’albo forense. L’esercizio della professione di avvocato in Italia è regolato dalla legge nell’interesse pubblico (art. 1, comma 2, lett. a) L.P.) a tutela dell’affidamento della collettività e della clientela (art. 1, comma 2, lett. c)…

Prescrizione disciplinare

ll dies a quo della prescrizione disciplinare nel caso di illecito deontologico omissivo, permanente o continuato. Il dies a quo per la prescrizione dell’azione disciplinare va individuato nel momento della commissione del fatto solo se questo integra una violazione deontologica di…

Archiviazione disciplinare

L’archiviazione dell’esposto disciplinare non rileva ai fini del ne bis in idem. La delibera di archiviazione dell’esposto disciplinare non è idonea ad assumere autorità di giudicato onde non vìola il divieto di bis in idem l’eventuale riapertura del procedimento in…

Rapporti con i Colleghi

Viola l’obbligo deontologico di correttezza e di lealtà nei confronti dei colleghi l’Avvocato che, pur avendo collaborato alla transazione ed assicurato il puntuale adempimento da parte del proprio assistito, successivamente ometta di fornire risposte o spiegazioni richieste dal legale di controparte circa…

Avv.scrive alla controparte

L’intimazione a transigere non deroga all’obbligo di corrispondere (esclusivamente) con il collega. L’avvocato deve astenersi dall’indirizzare la propria corrispondenza direttamente alla controparte, che sappia assistita da un Collega, salvo per intimare messe in mora, evitare prescrizioni o decadenze, ovvero richiedere…

Palese infondatezza e deontologia

La potenziale rilevanza deontologica dell’azione giudiziale palesemente infondata. Il Codice Deontologico non esaurisce tutte le possibili ipotesi di illecito disciplinare, ben potendo venire in considerazione comportamenti non esemplificati nello stesso ma egualmente suscettibili di ledere i principi generali ivi espressi,…