Ricorso telematico e attestaz.conform.

Ricorso telematico per cassazione notificato via pec. Attestazione di conformità. Mancanza. Destinatario non costituito.  Improcedibilità. Il deposito in cancelleria, nel termine di venti giorni dall’ultima notifica, di copia analogica del ricorso per cassazione predisposto in originale telematico e notificato a mezzo di posta elettronica certificata, senza attestazione di conformità del difensore prevista dall’art. 9 cit. o con attestazione priva di sottoscrizione autografa, non ne comporta l’improcedibilità solo nel caso in cui il controricorrente (anche tardivamente costituitosi) depositi copia analogica del ricorso ritualmente autenticata ovvero non abbia disconosciuto la conformità della copia informale all’originale notificatogli ai sensi dell’art. 23, comma 2, del d.lgs. n. 82 del 2005.

Viceversa, ove il destinatario della notificazione a mezzo di posta elettronica certificata del ricorso nativo digitale rimanga, com’è accaduto nel caso in esame, non costituito, ovvero disconosca la conformità all’originale della copia analogica non autenticata del ricorso tempestivamente depositata, il ricorrente, onde, evitare di incorrere nella dichiarazione di improcedibilità, ha, l’onere – nella specie, come detto, rimasto inadempiuto, di depositare l’asseverazione di conformità all’originale della copia analogica sino all’udienza di discussione o all’adunanza in camera di consiglio (Cass. SU n. 22438 del 2018).

 Cass.Civile Sez. 2 Ordin. Num. 29092 Anno 2020
Presidente: MANNA FELICE
Relatore: DONGIACOMO GIUSEPPE
Data pubblicazione: 18/12/2020

Print Friendly, PDF & Email