Direttiva protez. civile

Allertamento di protezione civile e sistema di allarme pubblico. Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri del 23 ottobre 2020.Pubbl.il 12 febbraio 2021. Allertamento di protezione civile e sistema di allarme pubblico IT – Alert. (21A00828) (GU Serie Generale n.36 del 12-02-2021). Direttiva, emanata ai sensi del decreto legislativo n. 1 del 2018, recante «codice della protezione civile» al fine di garantire un quadro coordinato su tutto il territorio nazionale e l’integrazione tra i sistemi di protezione civile ai diversi livelli organizzativi, e tra i diversi strumenti previsti dalla vigente normativa, nel rispetto dell’autonomia organizzativa delle regioni e delle Province autonome…

-omissis-                       Emana 
                       la seguente direttiva: 
 
1. Premesse. 
  1.1 Finalita'. 
  La presente direttiva, emanata ai sensi del decreto legislativo  n.
1 del 2018, recante «codice  della  protezione  civile»  al  fine  di
garantire un quadro coordinato su tutto  il  territorio  nazionale  e
l'integrazione tra i sistemi di protezione civile ai diversi  livelli
organizzativi, e tra  i  diversi  strumenti  previsti  dalla  vigente
normativa, nel rispetto dell'autonomia organizzativa delle regioni  e
delle Province autonome di Trento e di Bolzano, disciplina: 
  a) l'omogeneizzazione di terminologie e definizioni; 
  b) le modalita' di  organizzazione  strutturale  e  funzionale  del
Sistema di  allertamento  del  Servizio  nazionale  della  protezione
civile; 
  c) le modalita' di  organizzazione  strutturale  e  funzionale  del
Sistema di allarme pubblico denominato «IT-Alert». 
  Il Sistema di allertamento,  statale  e  regionale,  di  protezione
civile, previsto dall'art. 2 del decreto legislativo n. 1  del  2018,
e' costituito dall'insieme delle procedure e  attivita'  che,  ove  e
quando possibile,  sulla  base  di  previsioni  probabilistiche,  del
monitoraggio di parametri ambientali che possono essere connessi  con
un evento o con suoi possibili effetti, nonche' della sorveglianza di
fenomeni  d'interesse  di  protezione  civile,  anche  attraverso  il
presidio territoriale, ha lo scopo di attivare il Servizio  nazionale
della protezione civile ai diversi livelli territoriali. In seguito a
tale  attivazione  le  autorita'  competenti  pongono  in  essere  le
pertinenti attivita' di previsione e prevenzione degli eventi nonche'
quelle di gestione dell'emergenza, quest'ultima  anche  in  relazione
alla pianificazione di protezione civile. 
  IT-Alert e', invece, il sistema di allarme pubblico - istituito  ai
sensi dell'art.  1,  comma  1,  lettera  ee)-quinquies,  del  decreto
legislativo 1°  agosto  2003,  n.  259  «Codice  delle  comunicazioni
elettroniche», nell'ambito della piu' ampia definizione di Sistema di
allarme pubblico di cui all'art. 1,  comma  1,  lettera  ee)-bis  del
medesimo  decreto  -  che  dirama  ai  terminali  presenti   in   una
determinata area geografica  «messaggi  IT-Alert»,  consentendo  alla
popolazione ivi presente di assumere comportamenti di  autoprotezione
in relazione a situazioni di rischio.... segue...
 
Vedi Testo integrale in Gazzetta ufficiale

Testo in Gazzetta ufficiale