Correzione errore materiale

Correzione di un errore materiale. Alla correzione di un errore materiale deve provvedersi, per espressa disposizione codicistica – art. 130 cod. proc. pen. – dando luogo al procedimento camerale partecipato di cui all’art. 127 cod. proc. pen. Nonostante la assai scarsa significatività dell’errore a cui occorre rimediare, – connotato per definizione concettuale esclusivamente dalla mancanza di corrispondenza tra il contenuto effettivo di una decisione e la sua formale estrinsecazione (v. Sez. 5, n. 3658 del 04/07/1994, Rv. 199841) -, la legge impone il contraddittorio camerale. È conseguente concludere che, in caso di omessa attivazione della procedura camerale e quindi di violazione del contraddittorio, il provvedimento di correzione sia inficiato da nullità d’ordine generale ex art 178 cod. proc. pen.

La ricorribilità per cassazione del provvedimento assunto de plano, in violazione della disposizione che richiede il previo contraddittorio camerale, non può dunque essere messa in discussione, proprio perché uno dei tipizzati motivi di ricorso riguarda la violazione di norme processuali stabilite a pena di nullità. Quel che merita di essere approfondito è il profilo di necessaria specificità nell’esplicazione del motivo, dovendosi chiedere se, ai fini dell’ammissibilità dell’impugnazione, sia sufficiente prospettare la violazione della norma posta a pena di nullità o se, invece, l’impugnante abbia l’onere di esplicitare, anche in ragione della particolare natura dell’errore a cui si è rimediato de plano, quale sia l’interesse, concreto ed attuale, ad essere restituito al contraddittorio illegittimamente negato.

…Va da sé, allora, che il giudice dell’impugnazione debba limitarsi a valutare se la prospettazione, in tal caso dell’interesse ad ottenere il provvedimento richiesto, sia sufficientemente illustrata, ne siano specificati i contorni, per escludere che si tratti della mera evocazione di una illegittimità procedimentale, il cui rimedio, per mezzo del ripristino di un contraddittorio anticipato, non si vede di quale vantaggio potrebbe esser capace

Penale Sent. Sez. 1 Num. 36310 Anno 2020
Presidente: SARACENO ROSA ANNA
Relatore: SANTALUCIA GIUSEPPE
Data Udienza: 18/11/2020