Reclamo sentenza fallimento

Reclamo contro sentenza fallimento.Nel giudizio di reclamo avverso la sentenza dichiarativa di fallimento, quale disciplinato dall’art. 18 1. fall., il termine per la costituzione della parte è perentorio, anche in mancanza di un’espressa dichiarazione normativa, senza che tuttavia il suo mancato rispetto implichi decadenza della parte che vi sia incorsa dal diritto di opporsi al predetto reclamo, potendo dunque essa intervenire nel relativo procedimento con le limitazioni che la tardività determina per la formulazione di determinate difese (v. Cass. 2235/2017, Cass. 12986/2009).

…Una volta chiarito che il mancato rispetto del termine in questione non aveva provocato alcuna decadenza del creditore istante dal diritto di opporsi al reclamo partecipando al relativo giudizio, occorrerà poi rilevare come il momento della registrazione della comparsa della reclamata da parte della cancelleria non assuma alcuna rilevanza al fine di stabilire se la costituzione sia avvenuta quando il giudizio non era ancora esaurito; infatti, a mente dell’art. 3-bis, comma 3, L.53/1994, la notificazione di atti del processo civile da parte degli avvocati con modalità telematica si perfeziona per il notificante nel momento in cui viene generata la ricevuta di accettazione prevista dall’art. 6, comma 1, D.P.R. 68/2005 e non al momento dello scarico e del conseguente inserimento all’interno del fascicolo telematico da parte della cancelleria…

Cass. Civile Sez. 6 Ord. nr. 1057 Anno 2021
Presidente: SCALDAFERRI ANDREA
Relatore: PAZZI ALBERTO
Data pubblicazione: 21/01/2021

 

DPR 68/2005

Art.18 L.F.

L. nr.53 /1994

Print Friendly, PDF & Email