Riforma elettorato attivo Senato

Riforma dell’elettorato attivo e passivo. Il progetto di legge A. C. 1511-1647-1826-1873-B è stato approvato dalla Camera dei deputati il 31 luglio 2019 e dal Senato della Repubblica il 9 settembre 2020 nel medesimo testo in sede di prima deliberazione. Con la modifica costituzionale approvata in prima deliberazione da entrambe le camere viene ridotto il limite di età per gli elettori del Senato da 25 a 18 anni.  L’articolo 138 prevede che le leggi di revisione della Costituzione e le altre leggi costituzionali (previste dagli articoli 116, 132 e 137 della Costituzione) sono adottate da ciascuna Camera con due successive deliberazioni ad intervallo non minore di tre mesi, e sono approvate a maggioranza assoluta dei componenti di ciascuna Camera nella seconda votazione.

Le leggi stesse sono sottoposte a referendum popolare quando, entro tre mesi dalla loro pubblicazione, ne facciano domanda un quinto dei membri di una Camera o cinquecentomila elettori o cinque Consigli regionali. La legge sottoposta a referendum non è promulgata se non è approvata dalla maggioranza dei voti validi. Non si fa luogo a referendum se la legge è stata approvata nella seconda votazione da ciascuna delle Camere a maggioranza di due terzi dei suoi componenti… -segue-

Modifica all’articolo 58 della Costituzione in materia di elettorato per l’elezione del Senato della Repubblica. Dossier Senato

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email