Esecuzioni e sfratti, la bussola

Esecuzioni e sfratti, la bussola. Esecuzioni e sfratti prima casa sospesi sino al 30 giugno 2021 per effetto del decreto c.d. “Milleproroghe”. Il comma 13 del D.L. 183/2020 dello scorso 31 dicembre,infatti, sancisce che “La disposizione reca, al comma 1, la proroga fino al 30 giugno 2021 della sospensione, prevista dall’articolo 103, comma 6, del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 aprile 2020, n. 27, come novellato dall’articolo 17-bis, comma 1, del decreto legge 19 maggio 2020, n. 34, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 luglio 2020, n. 77, dell’esecuzione dei provvedimenti di rilascio adottati per mancato pagamento del canone alle scadenze (cosiddetto sfratto per morosità), nonché di quelli adottati dal giudice dell’esecuzione ai sensi dell’articolo 586, comma 2, del codice di procedura civile, relativamente ad immobili pignorati abitati dal debitore esecutato e dai suoi familiari. Al contempo, al comma 14, si prevede la proroga al 30 giugno 2021 della sospensione delle procedure esecutive immobiliari aventi ad oggetto l’abitazione principale del debitore

La norma (art. 13, c.3 DL 137/20) riguarda i provvedimenti di “sfratto per morosità” adottati per mancato pagamento dei canoni di locazione alle relative scadenze; gli sfratti relativi a immobili pignorati abitati dal debitore esecutato e dai suoi familiari, gli sfratti aventi ad oggetto l’abitazione principale del debitore.

Il successivo comma 14 del decreto milleproroghe dispone, altresì, lo slittamento al 30 giugno 2021 della sospensione delle procedure esecutive sulla prima casa (art. 13, comma 14 del nuovo DL 183/2020). Prorogato, infine, di ulteriori sei mesi il periodo di sospensione delle procedure esecutive relative all’abitazione principale del debitore, disposto con il il differimento del termine previsto dall’art. 54-ter, comma 1, del DL n. 18/2020 (già prorogato dal DL 137/2020,”Ristori”). Vedi scheda quì