Garante su investigazioni difensive

Garante per la protezione dei dati personali. Delibera 19 dicembre 2018. Regole deontologiche relative ai trattamenti di dati personali effettuati per svolgere investigazioni difensive o per fare valere o difendere un diritto in sede giudiziaria. (Delibera n. 512/2018). (19A00179) (GU Serie Generale n.12 del 15-01-2019)

…Le presenti regole deontologiche devono essere rispettate nel trattamento di dati personali per svolgere investigazioni difensive o per far valere o difendere un diritto in sede giudiziaria, sia nel corso di un procedimento, anche in sede amministrativa, di arbitrato o di conciliazione, sia nella fase propedeutica all’instaurazione di un eventuale giudizio, sia nella fase successiva alla sua definizione, da parte di:

a) avvocati o praticanti avvocati iscritti ad albi territoriali o ai relativi registri, sezioni ed elenchi, i quali esercitino l’attivita’ in forma individuale, associata o societaria svolgendo, anche su mandato, un’attivita’ in sede giurisdizionale o di consulenza o di assistenza stragiudiziale, anche avvalendosi di collaboratori, dipendenti o ausiliari, nonche’ da avvocati stranieri esercenti legalmente la professione sul territorio dello Stato;
b) soggetti che, sulla base di uno specifico incarico anche da parte di un difensore, svolgano in conformita’ alla legge attivita’ di investigazione privata (art. 134 regio decreto 18 giugno 1931, n.773; art. 222 norme di coordinamento del c.p.p.).
2. Le presenti regole deontologiche si applicano, altresi’, a chiunque tratti dati personali per le finalita’ di cui al comma 1, in particolare a altri liberi professionisti o soggetti che in conformita’ alla legge prestino, su mandato, attivita’ di assistenza o consulenza per le medesime finalita’….(estratto)

GU Serie Generale n.12 del 15-01-2019

Delibera e provvedimento Garante

 

 

Print Friendly, PDF & Email