Difesa d’ufficio

L’Ordinamento della professione forense (legge 247/2012) ha delegato al Governo il riordino della disciplina delll’istituto della Difesa d’Ufficio che rappresenta la massima espressione della responsabilità sociale degli Avvocati. La nuova disciplina è improntata a garantire la massima qualità professionale nell’esercizio di questa importante funzione, la effettività, continuità e competenza della difesa nell’arco di tutto il processo penale.  Il Governo ha esercitato la delega-  con il D.L.vo 31.01.2015, n. 6 recante Riordino della disciplina della difesa di ufficio, ai sensi dell’art. 16 della legge 31 dicembre 2012, n. 247. A circa quattro anni dalla entrata in vigore del regolamento dei difensori disponibili ad assumere le difese di ufficio, la Commissione difesa di ufficio del Consiglio Nazionale Forense, insediatasi in data 23 maggio 2019, ha proposto la modifica ed il Plenum del Consiglio Nazionale Forense ha approvato, con conseguente integrale sostituzione del testo previgente, il nuovo articolato alla seduta amministrativa dello scorso 12 luglio.

Le modifiche apportate all’originario impianto regolamentare sono state ritenute necessarie avuto riguardo alle numerose segnalazioni pervenute dai Consigli degli Ordini degli Avvocati oltre che da singoli avvocati inseriti nell’elenco unico nazionale tenuto dal Consiglio Nazionale.

  • Assolvimento dell’obbligo formativo
  • Regolamentazione del corso di formazione e aggiornamento professionale in materia penale
  • Modalità di presentazione della domanda di inserimento e permanenza
  • Difese d’ufficio innanzi la Suprema Corte di Cassazione

G.U. DECRETO LEGISLATIVO 30 gennaio 2015, n. 6. Riordino della disciplina della difesa d’ufficio, ai sensi dell’articolo 16 della legge 31 dicembre 2012, n. 247.

Relazione sulle modifiche 2019

Regolamento CNF Difese d’Ufficio

 

 

Print Friendly, PDF & Email