Linee guida IPA

Linee guida dell’indice dei domicili digitali delle pubbliche amministrazioni e dei gestori di pubblici servizi. Versione 1.0 del 27 febbraio 2019.  L’Indice dei domicili digitali delle Pubbliche Amministrazioni e dei gestori di pubblici servizi [art. 6-ter del CAD], di seguito indicato con l’acronimo IPA, è l’elenco pubblico di fiducia contenente i domicili digitali da utilizzare per le comunicazioni e per lo scambio di informazioni e per l’invio di documenti validi a tutti gli effetti di legge tra le pubbliche amministrazioni, i gestori di pubblici servizi e i privati. Il Decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze n. 55/2013, individua l’IPA come anagrafe di riferimento per la fatturazione elettronica delle amministrazioni pubbliche. Sono tenuti pertanto ad iscriversi all’IPA:

a) le pubbliche amministrazioni [di seguito PA] e i gestori di pubblici servizi [di seguito GPS], [lettere a) e b) dell’art. 2, comma 2 del CAD, come previsto dall’articolo 6-ter del CAD];
b) i soggetti e le società presenti nell’elenco ISTAT delle Pubbliche Amministrazioni di cui all’articolo 1 della legge 31 dicembre 2009, n. 196, non ricompresi nelle amministrazioni pubbliche di cui all’art. 1 comma 2 del decreto legislativo 30 marzo 2001 n. 165 [di seguito SCEC] richiamati nel Decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze n. 55/2013, che individua l’IPA come anagrafe di riferimento per la fatturazione elettronica delle amministrazioni pubbliche.
I soggetti di cui alle sopraindicate lettere a), b) devono aggiornare tempestivamente tutte le informazioni per consentirne il corretto utilizzo; qualora i predetti soggetti non abbiano più titolo ad essere iscritti, dovranno presentare istanza di cancellazione dall’IPA….

Indice IPA per le PP.AA.

Agid

 

 

Print Friendly, PDF & Email