Doppio mandato in Consulta

Il ‘doppio mandato’ degli Avvocati al vaglio della Corte costituzionale. La nuova disciplina che ha introdotto il divieto del c.d. ‘doppio mandato’, esteso anche ai periodi antecedenti all’entrata in vigore della norma, pone due problemi applicativi: è legittima tale  limitazione? è legittima, comunque, la sua applicazione anche per il  periodo passato?

A tali interrogativi dovrà dare giuridica risposta la Corte costituzionale nei giudizi iscritti ai nn. 65 e 66 del Registro ordinanze della Corte medesima, la cui discussione in udienza pubblica, è stata fissata per il 18 giugno 2019.

Mette magistralmente a fuoco le problematiche della questione un pregevole scritto del Prof. Alfonso Celotto,Docente universitario di diritto costituzionale, pubblicato su giurcost.org

Sommario: 1. Il doppio mandato e le questioni sollevate dal Consiglio nazionale forense. – 2. Le disposizioni di dubbia legittimità. – 3. Ambito di ragionevolezza del doppio mandato. – 4. La lesione della autonomia degli ordini quali forme di sussidiarietà orizzontale. – 5. “Retrospettività” del limite e “trabocchetti” legislativi. – 6. Corretta portata delle leggi di interpretazione autentica. – 7. L’art. 11-quinquies del d.l. n. 135 del 2018 come norma “intrusa” in violazione dell’art. 77 Cost. – 8. Quanto è legittimo il divieto del doppio mandato per gli Avvocati?

 

 

Print Friendly, PDF & Email