Impugnazione cartella

Va dichiarata inammissibile la contestazione delle cartelle in base a vizi suscettivi di determinare l’annullamento degli avvisi. In tema di contenzioso tributario, posto che, ai sensi dell’art.19, comma 3, del d.lgs. n. 546 del 1992, ognuno degli atti impugnabili può essere oggetto di gravame solo per vizi propri, salvo che non si tratti di atti presupposti non notificati, non è ammissibile l’impugnazione della cartella di pagamento per dolersi di vizi inerenti agli avvisi di accertamento già notificati e non opposti nei termini la cui affermazione di principio vale evidentemente anche in riferimento alla impugnazione della cartella per vizi inerenti agli avvisi già opposti sulla base dei medesimi vizi. La non debenza dell’imposta costituisce certamente un vizio suscettivo di determinare l’annullamento degli avvisi di liquidazione (quali atti con cui l’ufficio determina l’imposta e ne richiede il pagamento)…

Civile Sent. Sez. 5, Sent. Nr.15452 Anno 2019
Data pubblicazione: 07/06/2019

 

Print Friendly, PDF & Email