Liquidazione spese e valore della lite

Ai fini della liquidazione delle spese di lite il valore della causa di riferimento non è quello indicato nella domanda giudiziale originaria (disputatum) bensì quello corrispondente alla somma in concreto attribuita con la sentenza. [La parte si] duole che la corte di merito abbia liquidato le spese di lite sulla base di erroneo scaglione di valore. Il motivo è fondato. Come questa Corte ha già avuto modo di affermare, diversamente che per le spese e le spettanze procuratorie ( le quali sono stabilite dalla tariffa in misura fissa per ciascuna voce sicché la relativa iiquidazione non può avvenire che con riferimento alla parcella, all’esito del riscontro della ricorrenza effettiva delle prestazioni e della rispondenza di queste agli importi tariffari così da non lasciare margine di discrezionalità ) per gli onorari,essendo la tariffa articolata in una serie di scaglioni in rapporto alla natura e al valore della causa (con alcuni correttivi),entro tali limiti il giudice può procedere discrezionalmente alla determinazione del compenso (v.Cass.28/11/1978, n. 5610),nell’ambito dello scaglione correttamente individuato in ragione del valore della causa.

Orbene, come lamentato dalla ricorrente in via incidentale emerge dall’impugnata sentenza che nella specie, dopo avere correttamente assunto ai fini della liquidazione delle spese di lite come valore della causa non già quello della domanda giudiziale originaria (disputatum) bensì la somma in concreto attribuita con la sentenza ( cfr. Cass., 23/8/2018, n. 21030; Cass. 29/2/2016, n. 3903), a tal fine la corte di merito ha individuato «nello scaglione da euro 26.000,00 sino ad euro 52.000,00 quello idoneo alla liquidazione delle spese» di lite, per poi in effetti liquidare importi corrispondenti ai «valori medi della fascia 5.200 – 26.000,00». Dell’impugnata sentenza, assorbito ogni altro e diverso profilo, s’impone pertanto la cassazione in relazione, con rinvio alla Corte d’Appello di Brescia, che in diversa composizione procederà a relativo nuovo esame, facendo del suindicato disatteso principio applicazione. Il giudice del rinvio provvederà, limitatamente al ricorso accolto, anche in ordine alle spese del giudizio di cassazione.

Civile Ord. Sez. 3 Num. 5798 Anno 2019
Presidente: OLIVIERI STEFANO
Relatore: SCARANO LUIGI ALESSANDRO
Data pubblicazione: 28/02/2019

Print Friendly, PDF & Email