Nuovi modelli buste postali

Novi modelli buste per notifiche a mezzo posta. Il  Ministero della Giustizia  ha reso noto il comunicato stampa con cui Poste Italiane annuncia che, dal prossimo 23 settembre, le notifiche degli atti giudiziari attraverso il servizio postale, dovranno essere eseguite utilizzando i nuovi moduli. I vecchi modelli di buste e moduli potranno essere utilizzati fino al 22 settembre. Dopo tale data, le eventuali rimanenze non saranno rimborsate né sostituite e “i clienti che presenteranno all’accettazione modulistica non conforme alle specifiche tecniche di cui sopra e quindi alla citata Delibera, a norma dell’art. 3 della l. 890/1982, saranno invitati a riconfezionare la spedizione utilizzando la modulistica conforme. In caso di diniego, le spedizioni saranno accettate sotto la responsabilità del cliente e senza pregiudizio per la Società”.

La legge 30 dicembre 2018, n. 145, ai commi 813 e 814 dell’articolo 1, ha introdotto talune rilevanti modifiche alla legge n. 890 del 1982, tra le quali la reintroduzione della comunicazione di avvenuta notifica (c.d. CAN) in caso di notifica a persona abilitata diversa dal destinatario.

L’Agcom (Autorità garante per le comunicazioni), con delibera n. 155/19/CONS, ha definito il procedimento avviato con la delibera n. 41/19/CONS del 7 febbraio 2019 e ha approvato le integrazioni alla regolamentazione in materia di notificazione a mezzo del servizio postale.
Con la Delib.155/19 vengono integrate e adeguate le disposizioni di cui alle delibere n. 77/18/CONS (standard di qualità e modalità alternative), 285/18/CONS (modulistica da utilizzare) e 600/18/CONS (indennizzi in caso di disservizi).

Nota Min.Gius. 13.08.2020

Comunicato Poste italiane

Agcom Delib 155/119 CONS

Legge nr.145/2018 in GU 

 

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email