Impugnazione disciplinare

Procedimento disciplinare forense. Termine impugnazione sentenze notificate dopo il 1.01.2015. La norma transitoria di cui all’art. 65, comma 1, I. n. 247 cit., stabilisce che, fino alla data di entrata in vigore dei regolamenti previsti nella presente legge, si applicano se necessario e in quanto compatibili le disposizioni vigenti non abrogate, anche se non richiamate», va letta nel senso che, con riferimento alle sentenze disciplinari che come quella oggetto di giudizio siano state notificate dopo la data del 1° gennaio 2015 di entrata in vigore del reg. CNF n. 2 cit., deve essere applicato il più lungo termine di impugnazione di trenta giorni stabilito dall’art. 61 I. 247 cit.; e, questo, perché la veduta regola transitoria, secondo la sua lettera, inibisce l’immediata applicazione delle nuove disposizioni processuali soltanto sino al momento dell’entrata in vigore del reg. CNF n. 2 cit., per cui alle sentenze notificate dopo, deve essere giocoforza riconosciuta l’applicazione del termine di impugnazione fissato dall’art. 61 I. n. 247 cit. (Cass. sez. un. n. 22714 del 2019; Cass. sez. un. n. 32360 del 2018; Cass. sez. un. n. 27756 del 2018; Cass. sez. un. 277757 del 2018.

Civile Sent. Sez. U Num. 21128 Anno 2020
Presidente: MANNA ANTONIO
Relatore: BRUSCHETTA ERNESTINO LUIGI
Data pubblicazione: 02/10/2020

Print Friendly, PDF & Email