Pressione fiscale in Italia

Pressione fiscale al 48,2%.  Analisi della pressione fiscale in Italia, in Europa e nel mondo. Al netto del sommerso e dell’economia illegale, pari al 12% del Pil, ovvero 215 miliardi di euro, la pressione fiscale raggiunge il 48,2% (+5,8 punti percentuali rispetto a quella ufficiale) e nel confronto europeo balzerebbe al 1° posto. Restano alti i valori della pressione  fiscale, sbilanciata  verso il  lavoro  rispetto  al consumo, prevalentemente centrale, fortemente condizionata dall’esistenza di un vasto sommerso economico,  pesantemente  schiacciata  dal  livello  della  spesa  pubblica. Nonostante  il  continuo richiamo alle semplificazioni è parcellizzata in una miriade di singoli tributi, mentre il prelievo risulta sempre  più  concentrato  su  poche  imposte.  Pertanto,  ogni  tentativo  di  ridurla  si  scontra  con  le esigenze del bilancio pubblico appesantito da un’elevata spesa sociale, da inefficienze e sprechi e dal servizio del debito.

Contenuti integrali  alla fonte: https://www.fondazionenazionalecommercialisti.it/

 

Analisi della pressione fiscale in Italia, in Europa e nel mondo – Struttura ed evoluzione dei principali indicatori di politica fiscale”.

Documento di ricerca della Fondazione Nazionale dei Dottori commercialisti.

Tommaso Di Nardo, ricercatore dell’area “Economico-Statistica” della Fondazione

 

Print Friendly, PDF & Email