Equo compenso

P.A. ed “Equo compenso”. Il Ministero dello Sviluppo economico, con apposito avviso pubblico, ha richiesto il contributo di 21 esperti di “comprovata competenza” per l’elaborazione del ‘Libro Bianco per il ruolo strategico della comunicazione nei processi di trasformazione digitale’. L’avviso pubblico comprova ulteriormente la visuale negativa connotata dal pregiudizievole profilo valutativo dell’opera professionale richiesta a titolo gratuito. “…Ai componenti del Gruppo non spetta alcun compenso, indennità di carica, corresponsione di gettoni di presenza. Il Gruppo opera senza oneri a carico della finanza pubblica….”

Ma il c.d. ‘vantaggio reputazionale’  accresce realmente il ‘valore’  del professionista sul mercato o è idonea a trasmettere l’idea di un soggetto alla ricerca di lavoro e visibilità? Comunque la si pensi, è certo che un bando a costo zero viola la legge sull’equo compenso che è ormai da considerarsi un diritto generalizzato per tutti i professionisti. Dal 6 dicembre 2017 l’equo compenso è un diritto di tutti i professionisti. Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale n.284 del 5 dicembre 2017 della legge 4 dicembre 2017, n. 172 di ‘Conversione in legge, con modificazioni, del decreto legge 16 ottobre 2017, n.148, recante disposizioni urgenti in materia finanziaria e per esigenze indifferibili. Modifica alla disciplina dell’estinzione del reato per condotte riparatorie’, sono in vigore le norme sull’equo compenso per tutti i professionisti, anche per chi non è iscritto ad un ordine professionale. I professionisti, pertanto, hanno diritto ad un compenso economico adeguato e proporzionato alle prestazioni e al lavoro svolto per i committenti “forti” come banche, assicurazioni e Pubbliche Amministrazioni.

In forza del Decreto legge 16 ottobre 2017, n. 148,conv.in legge 4 dicembre 2017, n. 172, Art. 19-quaterdecies:

3. La pubblica  amministrazione,  in  attuazione  dei  principi  di
trasparenza, buon andamento ed  efficacia  delle  proprie  attivita',
garantisce  il  principio  dell'equo  compenso  in   relazione   alle
prestazioni  rese  dai  professionisti  in  esecuzione  di  incarichi
conferiti  dopo  la  data  di  entrata  in  vigore  della  legge   di
conversione del presente decreto

Approfondimenti:

Mise, avviso pubblico sett.2020

Testo del decreto-legge 16 ottobre 2017, n. 148, coordinato con la legge di conversione 4 dicembre 2017, n. 172

https://www.ansa.it

 

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email