Contrib. integrativo e incompatibilità

L’accertamento di una situazione di incompatibilità con l’iscrizione all’Albo degli avvocati, comporta l’inesistenza di un legittimo rapporto previdenziale con Cassa Forense, con il conseguente venir meno dei diritti e degli obblighi del professionista nei confronti di quest’ultima, a prescindere dal fatto che tale incompatibilità sia o meno stata accertata e perseguita sul piano disciplinare dall’Organo competente. All’avvocato la cui posizione previdenziale sia stata retroattivamente annullata spetta tuttavia la restituzione ex art. 2033 c.c.  dei soli contributi soggettivi versatima non anche dei contributi integrativi, a causa della struttura e della funzione di essi. L’art. 11 legge n. 576/1980 disciplina il contributo integrativo come maggiorazione percentuale (pari attualmente al 4%) da applicarsi su tutti i corrispettivi rientranti nel volume annuale d’affari ai fini dell’IVA e ripetibile nei confronti del cliente…

La Corte di Cassazione con la sentenza n. 24141 del 30 ottobre 2020 torna a pronunciarsi sulla questione se vi sia diritto dell’avvocato – nell’ipotesi in cui venga accertato l’esercizio della professione in regime di incompatibilità con conseguente cancellazione retroattiva da Cassa Forense –  alla restituzione dei contributi integrativi versati, risolvendola in senso negativo, in conformità a quanto già statuito con le sentenze  n. 30571 del 2019 e n. 10458  del 1998…

Contributo integrale alla fonte, Cassa Forense cfnews.it/

 

…Con l’unico motivo del ricorso principale, la Cassa ricorrente denuncia violazione e falsa applicazione degli artt. 11 e 22, I. n. 576/1980, e 2033 c.c., per avere la Corte di merito confermato la decisione di prime cure nella parte in cui aveva esteso l’obbligo di restituzione anche ai contributi integrativi.
Il motivo è fondato. Questa Corte ha ormai consolidato il principio di diritto secondo cui l’accertamento da parte del giudice di merito di una situazione di incompatibilità con l’esercizio della professione legale e con la stessa iscrizione all’Albo degli avvocati comporta l’inesistenza di un legittimo rapporto previdenziale con la Cassa forense, con conseguente venir meno di diritti ed obblighi del soggetto illegittimamente iscritto, ancorché tale incompatibilità non sia stata accertata e perseguita sul piano disciplinare dal Consiglio dell’Ordine competente, di talché al professionista che sia rimasto illegittimamente iscritto all’Albo spetta la restituzione dei contributi versati, giusta la disciplina dell’art. 2033 c.c. (Cass. n. 15109 del 2005).
E’ stato nondimeno precisato che l’obbligo di restituzione non si estende ai contributi integrativi che siano stati nel tempo versati dal professionista: posto che l’art. 11, I. n. 576/1980, costruisce il relativo obbligo come strettamente inerente alla prestazione professionale resa in virtù dell’iscrizione all’Albo e che l’art. 2, comma 30, L. n. 319/1975, nel prevedere che l’attività professionale che sia stata svolta in una situazione di incompatibilità non accertata e perseguita dal consiglio dell’ordine competente
dia luogo esclusivamente alla preclusione dell’iscrizione alla  Cassa di previdenza e all’impossibilità di considerare utile ai fini previdenziali il periodo di tempo in cui l’attività medesima è stata svolta, non revoca comunque in dubbio che l’attività professionale possa essere stata legittimamente esercitata in virtù della (mera) iscrizione
all’Albo, deve ritenersi che il pagamento del contributo integrativo sia esclusivamente collegato all’esercizio dell’attività professionale resa comunque possibile dall’iscrizione e finalizzato all’attuazione del dovere di solidarietà intercategoriale, che non può venir meno per effetto dell’accertamento di una situazione d’incompatibilità
rispetto all’esercizio della professione, con conseguente non configurabilità di un obbligo di restituzione dei contributi integrativi (così Cass. n. 30571 del 2019, sulla scorta di Cass. n. 10458 del 1998)…

Sent. Cass.Civile Sez. L Nr.24141 Anno 2020
Presidente: MANNA ANTONIO
Relatore: CAVALLARO LUIGI
Data pubblicazione: 30/10/2020

 

Print Friendly, PDF & Email