Appropriazione somme clienti

L’appropriazione indebita di somme dei clienti costituisce illecito deontologico permanente. L’appropriazione ‘sine titulo’ ovvero la mancata restituzione di somme di competenza delle parti assistite sono comportamenti suscettibili di produrre effetti illecitamente pregiudizievoli che, ai fini dell’individuazione del ‘dies a quo’ prescrizionale, si protraggono nel tempo, fino alla messa a disposizione del cliente delle somme spettanti o qualora si verifichi una interversione nel possesso delle stesse.

Consiglio Nazionale Forense. Sentenza nr. 65 del 31 marzo 2021.

Print Friendly, PDF & Email