Trasferimento di denaro padre-figlia

Trasferimento di denaro da padre a figlia e onere della prova. Nell’ambito dei trasferimenti di denaro tramite bonifici, le somme accreditate dal padre sul conto corrente della figlia si presumono redditi non denunciati se la contribuente non fornisce la prova che tali movimenti bancari sono fiscalmente irrilevanti.

E’ quanto affermato dalla CTR piemontese che, aderendo all’orientamento espresso dalla Corte di Cassazione nelle sentenze n. 5135/2017 e n. 11102/2017, ha respinto l’appello principale della contribuente e quello incidentale dell’Ufficio. Nel caso di specie il collegio ha ritenuto che la contribuente non avesse fornito la prova necessaria a superare la presunzione di legge, né che fosse configurabile un atto di liberalità, escluso sia dalla causale “restituzione” del bonifico, che dalla ricostruzione dei fatti prospettata.CTR Piemonte. Sent. del 06/10/2021 n. 773/3

Print Friendly, PDF & Email