Casellario e art.186 cod.stradale

Cassazione promovimento giudizio costituzionale incidentale. Ordinanza nr.111 di promovimento 19 aprile 2019. della Corte suprema di cassazione. Processo penale.Casellario giudiziale.Mancata previsione che nel certificato generale e nel certificato penale richiesti dall’interessato non siano riportate le iscrizioni della sentenza di condanna per il reato di cui all’art. 186 del codice della strada che sia stato dichiarato estinto per esito positivo dello svolgimento del lavoro di pubblica utilità.Decreto del Presidente della Repubblica 14 novembre 2002, n. 313 (Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di casellario giudiziale, di casellario giudiziale europeo, di anagrafe delle sanzioni amministrative dipendenti da reato e dei relativi carichi pendenti), artt. 24, comma 1, e 25, comma 1.

…il Tribunale di Bologna,giudice del casellario ex art. 40, DPR n. 313 del 2002, ha rigettato l’istanza () volta a ottenere la cancellazione dai certificati generale e penale, richiesti dalla parte () ex articoli 24 e 25 del medesimo decreto, della sentenza pronunciata dal Tribunale di Ravenna () irrevocabile il 17 maggio 2013, per il reato di cui all’art. 186, codice della strada, dichiarato estinto all’esito dello svolgimento positivo dei lavori di pubblica utilita’ ex art. 186, comma 9-bis, dello stesso codice.
2. Ricorre a mezzo del difensore () e chiede l’annullamento del provvedimento impugnato, denunciando la violazione di legge e il vizio di motivazione, avendo il giudice erroneamente escluso di procedere all’interpretazione analogica in bonam partem prospettata dalla difesa del disposto di cui agli articoli 24 e 25 del decreto del presidente della Repubblica n.313/2002 relativi a ipotesi di non iscrivibilita’ per cause estintive del reato o della pena sovrapponibili alla presente e, comunque, non
motivato in relazione alla questione di costituzionalita’ degli articoli 24 e 25 stesso decreto nella parte in cui non prevedono la
non iscrivibilita’ (nel certificato generale e in quello penale richiesti dall’interessato) delle sentenze per reati dichiarati
estinti ex art. 186, comma 9-bis, codice della strada….

Piano gestione rischio alluvioni Sicilia

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 7 marzo 2019. Approvazione del Piano di gestione del rischio di alluvioni del distretto idrografico della Sicilia.

-omissis-
1. Il Piano di gestione del  rischio  di  alluvioni  del  distretto
idrografico  della  Sicilia  costituisce  lo  strumento  conoscitivo,
normativo e tecnico-operativo mediante il quale  sono  pianificate  e
programmate le azioni  e  le  misure  finalizzate  a  garantire,  per
l'ambito territoriale  costituito  dal  distretto  idrografico  della
Sicilia, il perseguimento degli scopi e degli obiettivi di  cui  alla
direttiva n. 2007/60/CE e al decreto legislativo 23 febbraio 2010, n.
49. 
  2. Le amministrazioni  e  gli  enti  pubblici  si  conformano  alle
disposizioni del Piano di  gestione  del  rischio  di  alluvioni  del
distretto idrografico della Sicilia di cui al  presente  decreto,  in
conformita' con l'art. 65 del decreto legislativo 3 aprile  2006,  n.
152, commi 4, 5 e 6. 
-omissis-