Contributi, versamento facoltativo

Il versamento facoltativo previsto dall’art. 9 del Regolamento di attuazione dell’art. 21 L.P.  Gli art. 8 e 9 del Regolamento di attuazione dell’art. 21 della Legge Professionale consentono agli avvocati che si iscrivono a Cassa Forense ed abbiano reddito professionale inferiore a € 10.300,00, di pagare il contributo soggettivo ridotto al 50% rispetto a quello ordinariamente previsto all’art. 7, maturando solo 6 mesi di anzianità previdenziale.
Detta misura è limitata ai primi 8 anni di iscrizione obbligatoria alla Cassa, anche non consecutivi, coincidenti con l’iscrizione all’Albo.

L’iscritto che decida di avvalersi di detta facoltà avrà, comunque, la possibilità di ottenere il riconoscimento dell’intero anno di anzianità corrispondendo l’ulteriore 50% del contributo soggettivo dovuto entro il 31 dicembre dell’anno solare successivo all’ottavo anno di iscrizione alla Cassa.

Condizionamento diritti cliente

Il rifiuto di adempiere al mandato professionale in assenza di previo pagamento. Integra illecito deontologico il comportamento dell’avvocato che condizioni i diritti della parte assistita al pagamento del proprio compenso, senza congruo preavviso e quindi con violazione dei doveri connessi all’esercizio dell’attività professionale (Nel caso di specie, il professionista aveva subordinato, all’immediato pagamento della parcella appena emessa, la partecipazione all’imminente udienza. In applicazione del principio di cui in massima, il CNF ha ritenuto congrua la sanzione disciplinare della censura).

Se l’Avv. trattiene somme del cliente

I limiti al trattenimento delle somme pervenute dalla parte assistita o da terzi a rimborso delle spese sostenute o a titolo di pagamento dei propri onorari. All’avvocato non è consentito trattenere somme di competenze del cliente, neppure a titolo di compensazione con un proprio credito professionale in difetto del consenso del cliente, ovvero di una liquidazione operata con sentenza a carico della controparte, ovvero ancora di una richiesta di pagamento espressamente accettata dal cliente.