Consulta su art.590-quater c.p.

Il GUP del Tribunale ordinario di Roma ed il Tribunale ordinario di Torino,hanno -rispettivamente- sollevato questioni di legittimità costituzionale dell’art. 590-quater del codice penale, inserito dall’art. 1, comma 2, della legge 23 marzo 2016, n. 41 (Introduzione del reato di omicidio stradale e del reato di lesioni personali stradali, nonché disposizioni di coordinamento al decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, e al decreto legislativo 28 agosto 2000, n. 274), in riferimento agli artt. 3, 25, secondo comma, e 27 della Costituzione, nella parte in cui prevede il divieto di prevalenza e di equivalenza dell’attenuante speciale di cui all’art. 589-bis cod. pen. e  del medesimo articolo 590-quater nella parte in cui prevede il divieto di prevalenza e di equivalenza dell’attenuante speciale contemplata dall’art. 590-bis, settimo comma, cod. pen. Oggetto dei due giudizi a quibus – il primo in sede di giudizio abbreviato innanzi al giudice dell’udienza preliminare, il secondo in sede dibattimentale nelle forme del rito ordinario – è la responsabilità penale di due imputati, accusati dei reati rispettivamente di omicidio stradale e di lesioni personali stradali gravi, sicché si pone per entrambi i giudici rimettenti il problema di applicare la disposizione censurata.

Gravidanza e legittimo impedimento

Legittimo impedimento da parte del difensore legato a ragioni derivanti dallo stato di gravidanza, rilevando che, ai sensi dell’art. 420 ter comma 5 bis del c.p.p., “agli effetti di cui al comma 5, il difensore che abbia comunicato prontamente lo stato di gravidanza si ritiene legittimamente impedito a comparire nei due mesi precedenti la data del presunto parto e nei tre mesi successivi”. La norma “ha codificato, anche a seguito di numerosi e risalenti protocolli di intesa tra Consigli dell’Ordine e le corrispondenti Autorità Giudiziaria, un sistema di tutela, in linea con il diritto di difesa e con il principio di eguaglianza sostanziale previsto dall’art. 3 della Costituzione.

Camera penale Ag,comunicato

CAMERA PENALE DI AGRIGENTO Giuseppe Grillo. Comunicato 15.04.2019. Astensione collettiva dallattività giudiziaria degli Avvocati ex lege 146/1990, conte modificata dalla legge 83/2000 per i giorni : 8, 9 e 10 maggio 2019. La Camera Penale “Giuseppe Grillo” di Agrigento viste le motivazioni contenute nella delibera di astensione dall’attività giudiziaria penale, proclamata in data 5/4/2019 nel corso della riunione della Giunta delVUnioni delle Camere Penali Italiane,