Processo tributario telematico

Dal 1° luglio 2019  il c.d. ‘Processo tributario telematico’ sarà obbligatorio, con lo scopo auspicato  di rendere più efficiente l’attività giurisdizionale tributaria  e ridurre costi e tempi di durata del processo con evidenti benefici per le parti, per i giudici tributari e per il personale di supporto delle segreterie.

La Direzione della Giustizia Tributaria ha pubblicato “Il Processo Tributario Telematico”, un quaderno che raccoglie la normativa, la prassi di riferimento ed utili informazioni tecnico/operative, mentre una brochure ne riporta sinteticamente i vantaggi. Si consiglia, quindi, un’attenta lettura del quaderno informativo, ai fini di una corretta gestione telematica del processo tributario. Per saperne di più, si possono consultare le istruzioni e le FAQ disponibili sul sito di Assistenza Online del Portale della giustizia tributaria telematica o scaricare gratuitamente la presentazione elaborata a scopo formativo\informativo dalla Direzione della Giustizia Tributaria.

Telecomunicazioni e conciliazione

Telecomunicazioni e conciliazione. La Terza Sezione Civile della Cassazione ha rimesso al Primo Presidente, per l’eventuale assegnazione alle Sezioni Unite ai sensi dell’art. 374, comma 2, c.p.c., le seguenti questioni di massima di particolare importanza:

a) se, nella materia delle telecomunicazioni, il tentativo di conciliazione di cui all’art. 11 della legge n. 249 del 2007 sia o meno obbligatorio anche con riferimento al procedimento monitorio;

b) nel caso in cui si ritenga obbligatorio il tentativo di conciliazione, se il mancato esperimento dello stesso determini l’improcedibilità ovvero l’improponibilità della domanda;

c) nel caso in cui si reputi non obbligatorio il tentativo di conciliazione con riferimento al procedimento monitorio (come ritenuto da Sez. 3, n. 25611/2016, Rv. 64233401),

CNF, Difensori ufficio,proroga

Consiglio nazionale forense. La Commissione in materia di difesa di ufficio e patrocinio a spese dello Stato istituita in data 11 aprile 2019 la cui operatività è stabilita per il quadriennio 2019-2022-omissis- delibera di comunicare ai Consigli dell’Ordine degli Avvocati e, loro tramite, a tutti gli avvocati iscritti negli Albi da questi tenuti e curati,nonché all’Unione delle Camere Penali Italiane che…