Risarcimento proprietario trasportato

Risarcimento al proprietario dell’auto coinvolta nel sinistro, anche se trasportato. In tema di assicurazione della responsabilità civile derivante dalla circolazione di autoveicoli, la disciplina di diritto interno deve essere interpretata in conformità alla giurisprudenza della Corte di giustizia dell’Unione europea, alla luce della quale la qualità di vittima-avente diritto al risarcimento prevale su quella di assicurato-responsabile; pertanto il proprietario del veicolo, il quale al momento del sinistro viaggiava sullo stesso come trasportato, ha diritto ad ottenere dall’assicuratore il risarcimento del danno derivante dalla circolazione non illegale del mezzo, senza che assuma rilevanza la sua eventuale corresponsabilità, salva l’applicazione, in detta ipotesi, dell’art. 1227 c.c.

Sicurezza alimentare

Relazione integrale nr. 29/2021. Ufficio Massimario, Servizio penale, Corte Suprema di Cassazione. Dal 23 maggio scorso è in vigore la legge 21 maggio 2021 n. 711, di conversione,con modificazioni, del decreto legge 22 marzo 2021, n. 42, recante «Misure urgenti sulla disciplina sanzionatoria in materia di sicurezza alimentare». L’art. 1 del d.l. in esame ha inciso sull’elenco delle abrogazioni espresse previste dall’art. 18 del d.lgs. 2 febbraio 2021, n. 273 allo scopo di circoscriverne la portata ed, in particolare, di impedire – prima della scadenza del termine ordinario di vacatio legis– l’abrogazione (abolitiva) dell’apparato penal-sanzionatorio posto a corredo della disciplina sull’igiene delle sostanze alimentari e delle bevande contenuta nella legge 30 aprile 1962, n. 283 (come modificata dalla legge 26 febbraio 1963, n. 441) e nel regolamento di esecuzione di cui al d.P.R. 26 marzo 1980, n. 327)5.

Revocazione per errore di fatto

Revocazione per errore di fatto. Corte costituzionale...La norma espressa dalle disposizioni denunciate deve essere interpretata in modo costituzionalmente adeguato e coerente agli evocati parametri costituzionali, nel senso, appunto, che la revocazione per errore di fatto può essere esperita contro ogni atto giurisdizionale riconducibile nel paradigma del provvedimento decisorio innanzi delineato. Questioni di legittimità costituzionale del combinato disposto degli artt. 395, numero 4), del codice di procedura civile e 14 del decreto legislativo 1° settembre 2011, n. 150 (Disposizioni complementari al codice di procedura civile in materia di riduzione