Avvocatura e diritti umani in Cina

Processi lampo, condanne esemplari, la repressione degli avvocati cinesi. In un anno, 320 legali sono finiti in prigione per “attività contro lo Stato”.

…Gli Stati Uniti, tramite il portavoce del dipartimento di Stato americano, hanno chiesto alle autorità cinesi di rilasciare immediatamente gli avvocati e gli attivisti in carcere, inclusi quelli già condannati,auspicando che abbiano finalmente fine “le restrizioni della loro libertà di movimento e quelle relative allo svolgimento delle loro attività professionali”.

Dura la condanna anche dell’Unione Europea per la quale la Cina deve rispettare la Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo. Secondo le autorità di Bruxelles il modo di condurre questi arresti e questi processi da parte della Cina è contrario sia allo stesso codice penale cinese che alle leggi internazionali. Spesso agli imputati infatti non è nemmeno consentito di scegliere un avvocato di loro fiducia e alle loro famiglie non è consentito di assistere al processo..

…Nei giorni scorsi un tribunale della città di Tianjin, nel nord est della Cina, ha condannato per sovversione a tre anni di carcere l’avvocato Gou Hongguo. Nella stessa settimana era finito in carcere, nella stessa città, con una condanna a sette anni anche Zhou Shifeng, direttore di uno studio legale (difensore tra gli altri dei fedeli del Falung Gong, dell’architetto attivista Ai Weiwei e dell’intellettuale uighuro Ilham Tohti condannato nel 2014 a morte per separatismo), accusato di diffondere notizie in modo sensazionalistico allo scopo di rovesciare il partito comunista.

PAT, spunta ancora la carta

Processo amministrativo telematico.

Dopo tanto rumore e tanti proclami sulla dematerializzazione, rispunta caparbiamente la copia cartacea con attestazione di conformità, prevista,si dice,in via transitoria sino al gennaio 2018. 

“A decorrere dal 1° gennaio 2017 e sino al 1° gennaio 2018 per i giudizi introdotti con i ricorsi depositati, in primo o in secondo grado, con modalità telematiche deve essere depositata almeno una copia cartacea del ricorso e degli scritti difensivi, con l’attestazione di conformità al relativo deposito telematico.”(art.7,comma 4, DL 168/16).

Anagrafe unica

Come funzionerà il subentro per i Comuni. Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente (ANPR).

Pubblicazione delle specifiche tecniche per l’utilizzo dei servizi da parte dei comuni.

Con una circolare il Ministero dell’Interno ha dato indicazione più precise sulle operazioni di subentro. Prima di procedere alle operazioni di subentro, i dati anagrafici trasmessi dal comune che contribuiscono alla determinazione del codice fiscale debbono essere preventivamente allineati con i dati registrati nell’anagrafe tributaria. Vediamo tutti i passaggi