Impugnabilità invito pagamento C.U.

Impugnabilità dell’invito al pagamento del Contributo Unificato. L’invito al pagamento spontaneo del contributo unificato è atto autonomamente impugnabile. In base a tale principio la Corte di Cassazione ha accolto le doglianze del contribuente e cassato la sentenza della Commissione tributaria regionale del Molise. Quest’ultima aveva, infatti, concluso per la non impugnabilità dell’invito, in ragione della tassatività dell’elencazione contenuta nell’art.19 del D. Lgs. n. 546 del 1992. Secondo la Suprema Corte, invece, l’elenco degli “atti impugnabili”, previsto nel citato articolo, pur dovendosi considerare tassativo, va interpretato in senso estensivo, sia in ossequio alle norme costituzionali di tutela del contribuente che di buon andamento della P.A.

Misure urgenti anti Covid in GU

DECRETO-LEGGE 26 novembre 2021, n. 172. Misure urgenti per il contenimento dell’epidemia da COVID-19 e per lo svolgimento in sicurezza delle attività economiche e sociali. (21G00211) (GU Serie Generale n.282 del 26-11-2021).Entrata in vigore del provvedimento: 27/11/2021. Green Pass “rafforzato”. Obbligo vaccinale con terza dose dal 15.12.21, estensione ad ulteriori categorie di soggetti. Ridotta durata temporale validità del Green Pass a 9 mesi. 

Assegno divorzile e famiglia di fatto

Assegno divorzile in favore dell’ex coniuge. Famiglia di fatto instaurata dal beneficiario. Conseguenze. Le Sezioni Unite, pronunciando su questione di massima di particolare importanza, hanno affermato i seguenti principi di diritto: L’instaurazione da parte dell’ex coniuge di una stabile convivenza di fatto, giudizialmente accertata, incide sul diritto al riconoscimento di un assegno di divorzio o alla sua revisione nonché sulla quantificazione del suo ammontare, in virtù del progetto di vita intrapreso con il terzo e dei reciproci doveri di assistenza morale e materiale che ne derivano, ma non determina, necessariamente, la perdita automatica ed integrale del diritto all’assegno.